The waterstart

Prima di provare la partenza dall'acqua: è fondamentale saper orientare correttamente la tavola mantenendo le mani sul boma. La giusta sensibilità si acquisisce durante l'apprendimento della partenza dalla spiaggia, in posizione di partenza:

  1. avvicinandosi alla tavola e spostandosi verso prua si poggia
  2. allontanandosi dalla tavola e spostandosi verso poppa si orza.

Posizione corpo

Alcune attenzioni per iniziare

Durante le prove di partenza dall'acqua: cercate di mantenere la calma ed i primi tentativi effettuateli con l'acqua che vi arriva alla cinta e con vento non troppo forte.

Non sforzatevi di partire a tutti i costi (consumereste subito gran parte delle vostre energie) ma cercate di posizionarvi al meglio, con tavola al traverso/lasco e vela in posizione corretta (quasi come se foste in andatura).

Entrambe le mani devo tenere il boma?

Scegli tra le risposte proposte, una sola è quella corretta

  • No, una mano deve tenere una strep

Posizione delle mani

La giusta posizione del corpo

Primo step

Fare l'analisi dei bisogni

Secondo step

Definire l'obiettivo di apprendimento

Con la mano di prua, impugnandolo leggermente sopra la maniglia del boma, sollevate l'albero, contemporaneamente, nuotando, dovrete orientare la tavola mantenendola nella posizione corretta, quindi mettete sul boma per prima lamano di bugna e, mantenendo un impugnatura appena più larga dell'ampiezza delle vostre spalle, afferrate il boma anche con la mano di prua. A questo punto dovreste trovarvi quasi come se foste in andatura ma con i piedi e le gambe nell'acqua; La correttezza delle azioni intraprese da questo momento in avanti saranno fondamentali e decreteranno il successo o il fallimento della manovra; Attraverso il boma, fate pressione sul piede d'albero in modo che la tavola poggi (in realtà la tavola tenderà più facilmente ad orzare perciò contrastate con decisione questa tendenza).

Quali sono le condizioni migliori per allenarsi?

Attenzione: la risposta corretta è più di una!

  • Il vento deve essere forte, superiore ai 20 nodi
  • L'acqua deve arrivare alla cinta
  • Il vento non deve essere troppo forte
  • Non sforzatevi di partire a tutti i costi
  • L'acqua deve essere profonda

Le fasi della partenza

Il lavoro lo fa il vento!

Ora appoggiate il tallone della gamba più a poppa sulla tavola in un punto lungo l'ipotetica linea longitudinale della stessa (potrebbe anche essere la gamba a prua e il posizionamento più verso prua o verso poppa è abbastanza soggettivo, orientativamente fra le straps anteriori) mantenendo la pressione sul piede d'albero in modo che la tavola continui a poggiare; Poggiate decisamente e con vela leggermente aperta fatevi sollevare dall'acqua (per intenderci è come se una persona vi tendesse una mano per aiutarvi a salire su un muretto, lui vi solleva ma voi vi dovete dare lo slancio necessario). Il vento non vi "strapperà" dall'acqua a peso morto perciò dovrete partecipare attivamente all'azione assecondando la spinta che riceverete sino a quando il vostro baricentro non sarà posizionato sopra alla tavola. E voilà il più è fatto!

Video